Turismo responsabile in America Centrale

6 giugno 2018

Se avete in programma un viaggio in America Centrale può essere utile conoscere l’attività di Hotel con Corazón.

Si tratta di una startup olandese che recentemente è stata anche premiata da un programma di finanziamenti di Booking.com, la piattaforma online di prenotazione alberghiera, che in questo modo cerca di ammiccare anche ad un tipo di turismo “alternativo”.

Hotel con Corazón ha messo in piedi una piattaforma in cui propone due alberghi-boutique, piccole strutture per i turisti, in due Paesi centroamericani: il Messico e il Nicaragua. La parte di “turismo responsabile” di Hotel con Corazón consiste nel fatto che garantisce l’investimento del 100 per cento dei propri profitti in progetti per l’istruzione, sia dei bambini che degli adulti.

Nel loro ultimo rapporto, per esempio, l’associazione spiega che ha garantito l’istruzione di 191 studenti nelle scuole primarie e secondarie, di 19 studenti universitari, di 14 dipendenti che hanno ricevuto un bonus del 10 per cento del loro salario da impiegare in istruzione per sé o per i propri figli. L’idea è venuta nel 2008 a due olandesi che costruirono l’albergo a Granada, in Nicaragua, e decisero di investire i loro profitti in progetti per l’istruzione.

Una piccola impresa, visto che al momento ha due soli hotel – quello di Granada e quello di Oaxaca, in Messico. Ma altre strutture sono in costruzione – dovrebbero essere dieci nei prossimi anni – e tutte saranno basate sulla stessa idea: offrire un bel soggiorno ai turisti a prezzi ragionevolissimi e dare loro la possibilità di contribuire responsabilmente in questo modo con il loro turismo.

Finora 500 bambini e ragazzi hanno usufruito dei programmi educativi finanziati da Hotel con Corazón.

 

Gaetano Vannuzzi

Colombia, un posto tranquillo

30 maggio 2018

Qualche anno fa sarebbe stato impensabile pensare ad una tranquilla vacanza in Colombia. Associata ai più famosi cartelli della droga del mondo e a tassi di violenza altissimi, questo Paese venti anni fa non era certo il posto più comodo da visitare per turismo.

Oggi però è finita la guerriglia più lunga dell’era contemporanea, si è raggiunta una pace tra i guerriglieri e il governo, e il Paese è davvero molto tranquillo. Potrete dunque visitarne le città coloniali spagnole, le splendide spiagge caraibiche, la natura rigogliosa e quasi incontaminata dell’Amazzonia, le montagne e le foreste pluviali.

Una delle mete obbligate è certamente Cartagena, con il suo nucleo antico, le sue mura, il forte spagnolo, i monasteri, le chiese, le splendide piazze. Non lontano da Cartagena ci sono le acqye cristalline del mar dei Caraibi con i suoi paesaggi spettacolari e le sue barriere coralline, da esplorare facendo snorkeling.

Se volete siti archeologici c’è la Ciudad Perdida, nel mezzo della sierra Nevada colombiana, una città probabilmente fondata attorno all’800, dunque molto più antica di altre località latino-americane, abbandonata quando arrivarono gli spagnoli.

La stagione che va da giugno a settembre è secca, dunque ideale anche per visitare l’interno che può essere scomodo con le piogge e l’umidità.
I prezzi per la Colombia non sono proibitivi, specie se scegliete i pacchetti. Un esempio: 9 giorni (7 notti) tra Bogotà e Cartagena con gli spostamenti dall’Italia e quelli interni, l’hotel e la prima colazione vi costeranno circa 1800 euro.

Ovviamente potrete trovare voli (Iberia è la compagna ideale) per meno di 600 euro andata e ritorno e poi organizzare come meglio preferite il vostro tour personalizzato.
Earth viaggi propone anche itinerari personalizzati visitando anche luoghi meno battuti.

Turismo in Colombia vi propone anche viaggi responsabili e molte possibilità di scelta, tra cui anche un viaggio nei caraibi colombiani. Si arriva anche alle isole di San Andres, molto note per il turismo balneare.

Miranda Guterres