Viaggiare in camper

30 agosto 2019

Viaggiare in camper, dice chi viaggia in camper, non ha paragoni con nessun altro modo di viaggiare. Si viaggia ma non solo: si attraversano luoghi, ci si ferma più o meno dove si vuole, si può dormire avendo fuori un campo, una valle, un fiume. E sopra il tetto del camper le stelle. Il camper però non è un mezzo alla portata di tutti. Costa.

A questo devono aver pensato le diverse aziende che hanno pensato di inventare il camper sharing.

Esattamente come per le automobili che si prendono per qualche giorno in città, si può noleggiare da privati il camper. L’idea è quella di sfruttare la passione e l’entusiasmo di veri camperisti, e ovviamente di risparmiare.

Goboony, per esempio, promette prezzi più bassi del 40 per cento rispetto al noleggio tradizionale. Affittare da un privato in Italia o in Europa, vuol dire essere nelle mani di una persona in carne e ossa, che risponderà al telefono se ci sono problemi. Il sistema delle recensioni, ormai utilizzatissimo in tutti i siti di turismo, darà modo di valutare l’affidabilità del noleggiatore.

Goboony propone in questo modo anche una filosofia, quella della condivisione, perché in questo modo tutti possono “usare servizi e beni che da soli non riuscirebbero ad avere, anziché acquistarli, utilizzando applicazioni e piattaforme disponibili sul web”. In più c’è una regola di buon senso: un camper viene usato per qualche settimana e per il resto rimane parcheggiato ad aspettare la prossima vacanza. In questo modo invece che stare fermo in garage dà modo ad altri di provarlo. I prezzi vanno da poche decine di euro ad un centinaio al giorno. E considerando che in camper possono dormire molte persone, anche sette o otto, è anche questione di risparmio per chi prende a noleggio, oltre che di vantaggi economici per chi noleggia

Altra startup europea che propone il servizio è Yescapa, nata in Francia nel lontano 2015 con un importante finanziamento del fondatore di BlaBlacar, altra piattaforma ormai affermata nella condivisione dei viaggi.

L’app scaricabile sugli smartphone esiste dal 2017, la piattaforma è presente – oltre che in Francia – in Italia, Spagna, Germania, Regno Unito, Portogallo.

Buon camper.