La storia italiana attraverso il Festival

8 febbraio 2019

Non vi sembri una banalità: si può leggere la storia d’Italia recente, quasi settanta anni, attraverso il Festival di Sanremo, che in questi giorni è il protagonista delle serate degli italiani.

A pensare di farci un libro è stato un giovane storico, Leonardo Campus, che ha pensato di raccontare un passaggio cruciale della storia italiana e del cambiamento di costume parlando di Nilla Pizzi e Claudio Villa, di Domenico Modugno e di Adriano Celentano, di Mina e di quello che intellettuali come Umberto Eco o Pierpaolo Pasolini scrivevano del Festival.

Campus analizza testi e musiche dei successi passati sul palco del Festival della canzone italiana per raccontare il passaggio dell’Italia dalle macerie del dopoguerra alla ricostruzione al boom fino alla spinta al cambiamento negli anni sessanta e alle resistenze conservatrici al cambiamento.

Il libro si chiama “Non solo canzonette” e racconta gli anni dal 1951 (la Genesi) al 1964 (l’apogeo). La nota introduttiva è firmata dal musicista Stefano Bollani.

Non solo canzonette, Leonardo Campus, Mondadori Education