In viaggio con il Corriere della sera

7 aprile 2019

Da qualche tempo il Corriere della sera ha lanciato una proposta commerciale che può interessare ad una specifica tipologia di turisti: quelli che amano viaggiare in sicurezza ma non amano i normali viaggi organizzati e cercano qualcosa di più. L’idea di marketing – promossa insieme alla rivista Dove – è quella di fare viaggi accompagnati da giornalisti o scrittori. Si chiama “In viaggio con il Corriere della sera”.

Il viaggio in questo modo è una esperienza culturale oltre che un viaggio turistico. Inoltre l’altra idea è quella di affidarsi a marchi noti del turismo perché il viaggio sia organizzato per bene, anche se si va in posti lontani.

Per esempio un “viaggio nell’Albania che non ti aspetti” è realizzato in collaborazione con Francorosso. Si tratta di sei-sette giorni tra Tirana, Scutari, le case bianche di Berat, le spiagge di Saranda e poi un sito importante e poco noto come Butrinto, un gioiello archeologico. Ad accompagnarvi Marisa Fumagalli, una giornalista del quotidiano milanese. Dormirete in alberghi di lusso, avrete la pensione completa o quasi – di solito in questi viaggi è tutto compreso dal pranzo del primo giorno al pranzo dell’ultimo, bevande incluse – i trasferimenti interni e tutto il resto.

Il prezzo naturalmente non è basso, ma nemmeno esagerato. Con meno di 1800 euro (in doppia, il supplemento singola è di 200 euro) potete scoprire l’Albania se non avete voglia di organizzare il viaggio da soli o di andare con altri viaggi organizzati.

Se volete qualcosa di più esotico, con poco più di 2000 euro tutto incluso potete andare in Uzbekistan, il Paese di Samarcanda. Il viaggio dura otto giorni. Ad accompagnarvi in questo caso la giornalista e scrittrice Farian Sabahi.

Mare anche a novembre: ci si può provare

30 ottobre 2018

Se cercate ancora qualche giorno di mare, guardate il meteo e – in Europa – potete ancora trovare qualche momento per godervi almeno la spiaggia. In Sicilia, in Puglia, in Campania, nella solita Tenerife, a Malta, e anche in Albania.

A Dhermi, assicura chi c’è stato, ci sono spiagge bellissime e tranquille e un mare caraibico. Voi che ne dite?

spiaggia di Dhermi

Potete addirittura dormire praticamente in spiaggia, per esempio in questa struttura, che offre bungalow con bagno privato e spiaggia a 1 minuto a piedi per 25 euro a notte.

Arrivare a Dhermi non è difficile. L’ideale sarebbe prenotare un’auto a Tirana ma da qualche anno l’Albania si sta organizzando con efficienti bus che proprio dalla capitale partono per percorrere la costa. Una compagnia si chiama Riviera Bus e – anche se dal sito non sembra possibile prenotare corse – assicurano il collegamento da Tirana a Saranda passando per tutti i paesti costieri, Dhermi compreso. Il paese vero e proprio è in alto, la spiaggia e l’acqua cristallina un po’ distante, ma se non avete voglia di guidare non è difficile trovare tassisti informali che per pochi euro vi porteranno in spiaggia.

Per arrivare in Albania, oltre all’aereo, ci sono anche collegamenti marittimi dalla Puglia, dall’Abruzzo e dal Molise.

Eliana Giglioli