Disoccupato

Venerdì 29 aprile 2016

 

Tutti sanno che sono disoccupato. Per questo, quando vado lì, cerco di fare bella figura, do a intendere che vivo bene la situazione, che non mi lascio andare.

Per un disoccupato, assistere all’uscita dal lavoro è sempre un brutto momento.

Non per l’invidia.

Il difficile non è essere disoccupato, è continuare a vivere in una società fondata sull’economia del lavoro.

Dovunque ti giri, tutto ruota intorno a quello che non hai.

 

(Pierre Lemaitre, “Lavoro a mano armata”) 

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Liberi tutti

Avete trovato il posto più bello,

l’ideologia migliore, la donna di una vita

Non fermatevi, non avete trovato granché,

di tutto questo potete trovare di meglio.

Non fermate la testa

che vorrebbe continuare a cercare.

Troverete uno Stato migliore,

donne peggiori con cui vi sentirete meglio,

ideologie nuove o l’anarchia,

posti peggiori dove vi è indifferente pensare

se state bene o male

Se aveste Gramsci, Wittgenstein e Bernard

accanto a voi,

non fatevi fotografare con loro

Liberi tutti!

 

(Giuseppe Acconcia, “Liberi tutti”) 

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

25 aprile

23 aprile 2016

I tedeschi sono molto organizzati. A volte anche troppo.

 

(Dal film “Vento di primavera”, di Roselyne Bosch)

* * * * *

I tedeschi volevano distruggere tutto, radere tutto al suolo. Specialmente Parigi.

 

(Dal film “Diplomacy–Una notte per salvare Parigi”, di Volker Schlȍndorff)

 

* * * * *

Ho chiesto al grande romanziere Heinrich Bőll quale fosse la pecca cruciale nel carattere dei tedeschi. “L’obbedienza,” mi ha risposto.

 

(Kurt Vonnegut, “Cronosisma”)

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Il cretino di successo

18 aprile 2016

I cretini di successo sanno tutto di tutto e di tutti, e sono i responsabili principali di una pericolosissima illusione ai danni dei comuni mortali: che la fatica non sia più necessaria, che per arrivare dove si vuole arrivare basti un’infarinatura generale e parecchia faccia tosta, e che dunque il sapere, e il duro lavoro quotidiano per afferrarlo, siano perfettamente inutili, tranquillamente obsoleti: roba dell’altro secolo e dell’altro mondo, come il sudore, la fabbrica, il posto fisso. Che campioni del genere abbiano trovato in Italia, nella politica italiana, una loro precisa collocazione (e una personale realizzazione) non stupisce nessuno…

Il cretino di successo è l’evoluzione della specie: è il cretino semplice che ha fatto carriera.

(Andrea Rossi su Style magazine del Corriere della Sera, apr. 2016)

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Un gran scompigliamento di capelli

Martedì 12 aprile 2016

Dopo cena veniva servito il brandy e divampavano appassionati dibattiti. Una volta esauriti i complimenti per i cibi serviti a cena, infatti, gli ospiti esprimevano opinioni sui temi più diversi – l’istruzione, la religione, il diritto… – e spesso si finiva a parlare di politica nazionale o mondiale. Per i bambini era difficile dormire e le voci trapelavano dalle pareti e dai corridoi fino ai nascondigli sotto le scale, imprimendosi nella loro memoria. Spesso Astra e i suoi fratelli venivano scovati con gli occhi spalancati e le orecchie tese, e a quel punto uscivano dai loro rifugi per essere presentati agli ospiti. A volte si chiedeva loro di recitare un brano letterario o una poesia, oppure di cantare una canzone, il che immancabilmente provocava un’ondata di applausi, risate rumorose e un gran scompigliamento di capelli. A sette anni Astra aveva già perso il conto di quante volte le avessero arruffato i capelli con la mano, e ogni volta era come se le innestassero nuova forza per affrontare ciò che l’attendeva. Certi ricordi devono durare tutta la vita.

(Astrid Katcharyan, “Affinità con i cieli notturni”) 

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Decisioni da prendere

5 aprile 2016

E’ quello che ha fatto imboccare alla mia vita il corso che ha preso, e ogni cosa sgradevole che mi è successa in seguito è stata una conseguenza di quell’unico errore. So che pensi di trovarti in una pessima situazione, attualmente, ma io darei qualsiasi cosa pur di essere nei tuoi panni, in questo momento. Perché tu sei ancora nel “prima”. Ci sono decisioni da prendere ma non l’hai ancora fatto. Hai un’opportunità, quella che io ho sprecato, di fare tutto quanto è in tuo potere per guardarti dentro, insomma, guardarti davvero nel cuore, e prendere quella giusta.

 

(Jonathan Tropper, “Tutto può cambiare”) 

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza