Martedì 31 luglio 2012

Stava preparando la sua partenza quando arrivarono a Londra Omarino e Arèdomi. Nei cinque mesi che avevano trascorso sotto la sua custodia a Barbados padre Smith aveva dato loro lezioni d’inglese, nozioni di lettura e scrittura e li aveva abituati a vestirsi alla maniera occidentale. Roger tuttavia si trovò davanti due ragazzini che la civiltà, nonostante desse loro da mangiare, non li colpisse e non li flagellasse, aveva intristito e spento…Lui aveva programmato di mandare i bambini a studiare in Irlanda, vicino a Dublino, nella scuola bilingue di St. Enda’s diretta da Patrick Pearse…Però, quando ricevette la risposta di Pearse, Roger aveva già deciso di acconsentire a quanto Omarino e Arèdomi gli chiedevano tutti i giorni: riportarli in Amazzonia. Entrambi erano profondamente infelici in quell’Inghilterra dove si sentivano trasformati in anomalie umane, oggetti da esibizione che sorprendevano, divertivano, commuovevano e a volte spaventavano alcune persone che non li avrebbero mai trattati da uguali, ma sempre come esotici forestieri.

(Mario Vargas Llosa, “Il sogno del celta”)

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Sabato 28 luglio 2012

Leggere per essere liberi. Il governo brasiliano ha deciso di applicare la massima in quattro carceri speciali dove sono rinchiusi anche alcuni noti criminali del paese. Ogni detenuto avrà la possibilità di scegliere un testo della libreria comune e di leggerlo. Se lo terminerà entro un mese avrà 4 giorni in meno dalla pena da scontare. In un anno si potranno prenotare al massimo dodici libri: si uscirà dal carcere 48 giorni prima. Le materie spaziano dalla filosofia, alla storia, alla scienza, all’arte. Ma per evitare truffe e inganni, i detenuti dovranno dimostrare di aver realmente letto e soprattutto compreso il tema di ogni libro scelto.

(Daniele Mastrogiacomo su La Repubblica del 28/6/2012)

 

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Martedì 24 luglio 2012

Trent’anni prima, quel posto era ancora intatto. E lui era più giovane, il sogno ancora fresco, raggiungibile… Ci viene accordato un dono, ma è un dono fragile, effimero. Adesso quel posto era più simile a un’idea, un guscio vuoto, privo di sostanza. Ridotto a un nugolo di zanzare, a un vecchio corpo stanco e ad aria qualsiasi. Gary era fatto per vivere lì, ma avrebbe dovuto farlo allora.

(David Vann, “Da dove vengono i sogni”)

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Sabato 21 luglio 2012

Quando l’impresa è virtuosa scatta il premio della Regione.

La Regione Liguria ha stilato un albo delle imprese virtuose del territorio. Chi centra i parametri di best practices in politiche ambientali, rapporti con il personale e attenzione per il sociale ha diritto a un buon novero di agevolazioni. In Piemonte, Unioncamere ha lanciato la campagna virale di Csr (Corporate social responsibility, ndr) “Io Aderisco” per diffondere all’interno delle aziende la responsabilità sociale d’impresa…Sono solo alcuni esempi di quanto gli enti pubblici stiano diventando motore di sviluppo per la Csr nelle Pmi (piccole e medie imprese, ndr). Si tratta di incentivi, politiche di sostegno e formazione che, secondo Elio Borgonovi, ordinario di Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche all’Università Bocconi, “possono aiutare le imprese nel loro percorso di avvicinamento e di approfondimento alla Csr…E forse per incamminarci verso la ripresa dovremmo ricominciare proprio da questi meccanismi virtuosi”.

(ch.ben. sul supplemento “Affari & Finanza” di Repubblica del 28/5/2012)

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza