Un safari responsabile

27 dicembre 2018

Se amate l’Africa da cartolina, quella del romanzo “La mia Africa”, se è la natura che vi interessa ma trovate orribili i “safari” nelle riserve, se odiate vedere persone armate e proprio non ci tenete a sentirvi un po’ “l’uomo bianco” nel continente nero, vi consigliamo di rivolgervi a Wilderness Safaris.

Da oltre trenta anni questa società organizza viaggi in Africa – dal Sud Africa allo Zimbabwe, dal Botswana al Kenya fino alle Seychelles – per chi vuole vedere l’Africa da cartolina ma anche imparare da quel che vedete e dalle persone che incontrate.

Capirete gli ecosistemi che incontrerete, la fauna che incrocerete e le persone che vi accompagneranno. WIlderness Safari assicura comodità – non dovrete preoccuparvi di organizzare spostamenti e prenotare alberghi. Ovviamente questo costa, ma avete assicurata una esperienza di turismo responsabile nel senso che non vi limiterete a “consumare” la fauna e le bellezze che vedrete, farete qualcosa per proteggerle. Sapendo che chi organizza il vostro safari condivide i suoi profitti con le comunità locali.

“La nostra filosofia di “conservazione sostenibile tramite il turismo responsabile” garantisce alle comunità locali la partecipazione ai proventi del turismo e assicura la protezione di queste aree a vantaggio delle generazioni future”. Le persone che lavorano con Wilderness safari sono persone che vengono dalle comunità che incrocerete.

Wilderness Safari

Se vuoi, condividi