L’amica geniale, tra poco in tv

20 novembre 2018

La scrittrice ha spiegato in un libro – titolo La frantumaglia – le ragioni della sua volontà di mantenere l’anonimato.

Una scelta, spiegava, dovuta alla volontà di non essere esposta alla confusione che sempre tocca gli autori, specie italiani, specie se scrivono storie che si prestano.

Come la sua prima opera, L’amore molesto, che risale a un quarto di secolo fa e che parlava di molestie ed incesto.

Negli anni ci sono stati persino studi universitari per capire – in base al lessico dei suoi libri – l’identità che si nascondeva dietro quel nome.

Di chi stiamo parlando? Di Elena Ferrante, che tra poco sarà nota anche al pubblico televisivo per una fiction tratta dal suo romanzo “L’amica geniale”.

Storia di due ragazzine e della loro amicizia nella Napoli degli anni cinquanta, in quartieri popolari di quella città.

Il romanzo segue Lila e Lenù nel corso della loro vita, da bambine a grandi, e non mancherà di appassionarvi perché parla di amicizia tra donne e di come i sentimenti buoni (ma anche quelli meno edificanti) alimentino i rapporti veri e duraturi.

Armatevi di coraggio, se decidete di iniziare. L’amica geniale, edizione completa, è composta di diverse opere. Per quasi 2000 pagine.

L’amica geniale, Elena Ferrante, Edizioni E/O

Valeria Palumbo

Se vuoi, condividi