La Goccia: Laika

8 ottobre 2018

– Beatnik, Sputnik… Mi confondo sempre con questo tipo di parole…
(…) Da allora Sumire ribattezzò dentro di sé Myû “la ragazza dello Sputnik”.
Amava il suono di quell’espressione. La faceva pensare alla cagnetta Laika. Il
satellite artificiale che attraversa silenzioso il buio del cosmo. Gli occhi neri e
lucidi di Laika che si affacciano da un minuscolo oblò. Che cosa avrà visto, la
cagnetta, in quello spazio sconfinato e deserto?
(Murakami Haruki, “La ragazza dello Sputnik”)
Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza
Se vuoi, condividi