La sera a Roma, un romanzo di Vanzina (Enrico)

11 luglio 2018

La sera a Roma è il titolo dell’ultimo romanzo di Enrico Vanzina. Enrico è il fratello di Carlo, il regista morto pochi giorni fa a Roma. E’ stato inoltre molto spesso
il co-sceneggiatore delle commedie di Carlo. Ma Enrico è anche uno scrittore di romanzi, spesso ambientati a Roma, una Roma che lui come il fratello conosce come le
sue tasche. I suoi libri sono dunque anche una piccola guida alla città, ad alcuni quartieri della città.

La Roma del romanzo è quella decadente ed elegante e i
protagonisti del romanzo hanno a che fare direttamente con il cinema o il giornalismo o comunque gli ambienti “intellettuali” della città. Al protagonista della
storia, che è uno sceneggiatore, viene chiesto di incontrare un giovane attore che vuole entrare nel mondo del cinema. A presentarglielo un uomo della finanza.

Il libro è un giallo e ovviamente succede quasi subito un fatto da romanzo giallo: il giovane attore muore, ucciso da un colpo di pistola. Lo sguardo dei Vanzina sui fatti della vita, al contrario della immagine ridanciana che si ha delle loro commedie, è spesso malinconico e rassegnato, come accade in una certa Roma. Anche in questo giallo, dunque, le considerazioni caustiche si alternano a quelle malinconiche. Ma il romanzo è pur sempre un giallo, e la lingua dell’autore insieme all’intreccio sagace ne fanno un ottimo romanzo per l’estate. Per ricordare, con Enrico, anche Carlo Vanzina.

La sera a Roma, Enrico Vanzina, Mondadori, 2018

Miranda Guterres

Se vuoi, condividi