Kiss me first, cupo e inquietante

13 giugno 2018

Cupo, spiazzante, inquietante”: tre aggettivi definiscono una serie tv in prossima uscita, dal 29 giugno, su Netflix, una delle piattaforme che trasmettono via internet film e serie televisive.

Come altre, Netflix non si limita a trasmettere cose fatte da altri ma ha iniziato da qualche tempo a produrre, investendo risorse in progetti televisivi che spesso hanno il pregio di essere più ricercati perché destinati ad un pubblico meno eterogeneo di quello della cosiddetta televisione generalista.

La serie tv – realizzata nel Regno Unito e di prossima uscita si chiama Kiss me first. La protagonista è una ragazza introversa e solitaria che passa il tempo su internet, specie su giochi di realtà virtuale, e che fa amicizia con una coetanea molto diversa da lei. Le due si chiamano rispettivamente Tess e Leila e la serie, secondo le definizioni ufficiali, ha le caratteristiche del “teen drama“, in cui si parla di amicizia ma anche di segreti e misteri. E’ a metà tra il fantasy e il crime.

La storia è tratta da un romanzo con lo stesso titolo. Non sapremmo se consigliarvi di leggerlo prima o dopo aver visto la serie tv. Spesso le storie tratte da opere letterarie tradiscono le intenzioni dell’autore, qualche volta sono anche migliori. In ogni caso l’autrice del romanzo si chiama Lottie Moggach, una giornalista che ha lavorato per diversi giornali britannici tra i quali il Financial Timesl. Vive a Londra e Kiss me first è il suo primo romanzo. I commenti dei lettori sul portale Goodreads sottolineano soprattutto il fatto che i personaggi, specialmente quello di Leila, non sono simpatici, non sono gradevoli, non inducono all’immedesimazione che nei romanzi si dovrebbe trovare. Ma, forse proprio per questo, il romanzo piace a chi lo ha letto. Una lettura sotto l’ombrellone al posto del classico giallo.

Kiss me first, Lottie Moggach, Editrice Nord, 2018

Gaetano Vannuzzi

Se vuoi, condividi