I treni della Tunisia

31 ottobre 2017

La Tunisia non è solo mare. Tozeur per esempio è una citta sorta in mezzo al deserto, in una oasi di centinaia di migliaia di palme, fatta di vicoli, di quartieri antichi, di mattoni color ocra. Esiste da oltre 2000 anni, prima centro di snodo carovaniero alle porte del Sahara, poi città romana, poi araba e musulmana.

Vicino c’è Nefta, più mistica, con innumerevoli tombe e luoghi di culto.

 

Lezard Rouge è un trenino a vapore che conduce dalla cittadina di Métlaoui – circa un’ora e mezzo da Tozeur, in bus – alle gole tunisine del fiume Selja.

 

E’ a questo treno che si riferisce la canzone di Franco Battiato “I treni di Tozeur”, perché un tempo si poteva andare in treno da Tozeur fino alle gole. Oggi potete arrivare a Métlaoui in pullman da Tozeur

In pratica il trenino, sei vagoni con tre partenze a settimana, di mattina, consente ai turisti di entrare in un canyon su un convoglio degli anni 30, molto caratteristico, dotato anche di un piccolo bar interno. Il percorso dura circa 2 ore, andata e ritorno.

 

Nel periodo natalizio il trenino parte tutti i giorni e – per chi volesse il treno tutto per sé – è anche possibile noleggiarlo, ovviamente pagando. Pagando si può anche chiedere un servizio personalizzato, per esempio ospitare i propri amici per un aperitivo.

Per info: http://www.lezard-rouge.com/train-lezard-rouge.html

Tel : + 216 76 241 469

Fax : + 216 76 241 604

E-mail : lezardrouge@topnet.tn

 Gaetano Vannuzzi

Se vuoi, condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *