A settembre in Mozambico

10 agosto 2017

Sulla costa orientale del continente africano, con il Sudafrica a Sud, lo Zimbabwe ad ovest e la Tanzania a nord, il Mozambico non è una delle mete più gettonate dai turisti italiani e non è facilissimo trovare viaggi in questo Paese nei cataloghi. Eppure è un Paese relativamente tranquillo, se si fa eccezione per una lunga guerriglia che però da un anno a questa parte ha interrotto le azioni armate ed ha stipulato una tregua con il governo.

E’ un Paese dove le strutture sanitarie sono discrete e dove le malattie endemiche – se si fa eccezione per la malaria, per la quale occorre fare la profilassi – non sono diffusissime. Inoltre, particolare significativo per chi cerchi il mare, il clima del Mozambico è tropicale: da novembre a marzo piove, da aprile a novembre il clima è secco. Più fresco fino ad agosto, poi decisamente caldo. La capitale Maputo ha temperature accettabili – 26 gradi in media ad ottobre, mentre le spiagge più belle che si trovano al sud, hanno temperature dell’aria e dell’acqua molto piacevoli. 

Un tour operator che organizza viaggi in Mozambico si chiama Mokoro ed offre un tour con la capitale e qualche giorno di mare, per circa 10 giorni complessivi  compresi i voli intercontinentali, a meno di 1500 euro con prima colazione inclusa. Un altro operatore è Hotelplan, che organizza viaggi con soggiorni in alberghi molto lussuosi

Se volete andare da soli, il modo più veloce per andare in Mozambico dall’Italia è passare per il Portogallo (Il Mozambico è stato colonia portoghese). Con meno di 800 euro comprate andata e ritorno. Ovviamente ricordate che per entrare serve il visto, che si fa presso l’Ambasciata del Mozambico a Roma. I prezzi degli alberghi per il turista fai da te non sono “africani”: a Maputo si possono spendere anche 250 euro per una stanza.

Un albergo molto amato dalla comunità di viaggiatori di Tripadvisor si chiama semplicemente Maputo, si trova in Avenida Ho Chi Minh e costa meno di 80 euro a notte. 

Buon viaggio

Miranda Guterres

 

Se vuoi, condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *