Foto capovolta

28 marzo 2017

Solo mentre sorseggiava una grappa al ginepro e chiacchierava amabilmente con Carlo e Italo, Rocco s’era ricordato che il giudice Baldi lo aveva convocato alle tre e mezzo.

La faccia del magistrato in attesa dietro la scrivania gli era apparsa con la violenza di una mazzata in piena fronte…

Arrivarono con mezz’ora di ritardo.

Baldi però non era nel suo ufficio.

Rocco seduto davanti alla scrivania del magistrato guardava il cielo piatto e grigio fuori dalla finestra. La foto incorniciata d’argento era sempre lì, al lato del tavolo, capovolta. Si allungò. La girò e la osservò. Era la foto di una donna…

La rottura fra i due doveva essere recente. Perché la foto capovolta era solo il primo dei passi verso il divorzio definitivo. Foto capovolta significava che il giudice qualche speranza di recuperare il rapporto l’aveva ancora.

(Antonio Manzini, “Pista nera”)

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Se vuoi, condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *