Mercoledì 18 dicembre 2013

…e poi tornavi a fissare me. Anch’io continuavo a guardarti, sperando che in qualche modo mi comunicassi ciò che volevi che facessi per te. Eri pronto a morire o volevi vivere ancora un giorno, o una manciata di giorni? Il sole che filtrava dalla finestra poteva ancora darti un po’ di conforto, o potevano farlo i nostri volti, o i tuoi stessi pensieri?

(Da “Notturno” di Helen Humphreys, su “Luca.”, rivista dell’Associazione Luca Coscioni, mar.2013)

Le Gocce sono scelte da Mariletta Caiazza

Se vuoi, condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *